Armi chimiche nei bombardamenti israeliani contro la popolazione palestinese.

Da www.maannews.net

Il dott. Ali Mousa, direttore dell’ospedale Abu Yousef Al-Najar, in Rafah, a sud della Striscia di Gaza, ha affermato, in un comunicato stampa, che le truppe di occupazione israeliane hanno fatto uso di armi che non sono note ai medici.

Il dott. Mousa ha spiegato che,dall’inizio dell’operazione israeliana "Pioggia d’estate", più di 245 feriti sono giunti in ospedale con frammenti di missili e razzi israeliani conficcati nel loro corpo: i tessuti erano gravemente danneggiati e molti pazienti sono stati dimessi con handicap permanenti.

Ha poi sottolineato che tutti gli interventi chirurgici prenotati per quest’estate sono stati cancellati dall’amministrazione ospedaliera per mancanza di elettricità dovuta ai bombardamenti israeliani contro la Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.