Arrestato capo del Jihad Islamico durante un raid delle forze israeliane.

Questa mattina, le forze di occupazione hanno arrestato Izzeddin Najel Basem Al-Saadi, 19 anni, leader del Jihad Islamico a Jenin. Era già stato catturato un paio d’anni fa, e ne erano scaturite dure reazioni fra i combattenti delle Brigate Al-Quds e i militari israeliani.

Basem Al-Saadi è stato arrestato dopo che i militari hanno circondato la sua casa sparando a raffica.
Sua madre racconta che l’esercito ha circondato la casa da tutti i lati, prima di chiedere ai suoi abitanti di evacuare sotto la minaccia delle armi.
Secondo alcuni testimoni oculari quest’operazione è durata più di un’ora senza che si sapesse quante persone fossero state colpite. Il padre di Izzeddin, il dott. Basem Al-Saadi, è stato arrestato due anni fa e condannato a cinque. Altri familiari sono morti durante una rappresaglia, nel 2002.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.