Arrestato un leader di Hamas in Cisgiordania

Cisgiordania. Ieri, in Cisgiordania, Israele ha arrestato un leader di Hamas. La regione continua a essereblindata, nel quadro di quelle che esso definisce “misure di sicurezza volte a proteggere il nuovo piano di espansione degli insediamenti”.

Secondo un portavoce militare israeliano, il leader in questione si chiamerebbe Maher Uda, e avrebbe 47 anni.

L'arresto è avvenuto nell'ambito delle crescenti tensioni create dalla chiusura imposta all'intera Cisgiordania e dalle limitazioni all'accesso alla moschea di al-Aqsa (il Monte del Tempio, secondo la toponomastica israeliana, ndr), precedute dall'annuncio della costruzione di 1.600 nuove case destinate ai coloni ebrei di Gerusalemme est.

Israele, che occupò quest'area nella guerra del 1967 con un'annessione non riconosciuta dalla comunità e dal diritto internazionali, considera la città la propria “capitale eterna e indivisibile”.

I palestinesi, tuttavia, vedono in Gerusalemme la capitale dello stato promesso loro dall'ONU, e insistono per uno stop degli insediamenti ebraici al suo interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.