Arresti politici: nel mirino altri deputati palestinesi

Ramallah – InfoPal. Ieri mattina, 10 novembre, le forze d'occupazione israeliane hanno arrestato Mahmoud ar-Ramahi, segretario generale del Consiglio legislativo palestinese (Clp).

L'azione è stata condotta con violenza presso l'abitazione di ar-Ramahi ad al-Birah (Ramallah) e si colloca nell'ambito della guerra contro i legittimi rappresentanti del popolo palestinese, con particolare accanimento nei riguardi gli esponenti politici del blocco islamista.

Tra le altre, il governo di Gaza ha lanciato la condanna più dura per l'oltraggio alla sua persona, ma soprattutto per la violazione che rappresenta di fronte al grado della carica ricopeta da ar-Ramahi.

L'operazione contro il deputato di Ramallah è stata seguita da un'incursione ai danni di Samira al-Hallaiqah, altra deputata del blocco “Cambiamento e Riforma”.

Il figlio 14enne Anas – già arrestato e tenuto in isolamento per 45 giorni – è stato portato via ieri dai militari israeliani in direzione di Etzion per essere interrogato dall'Intelligence.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.