Ashrawi: ‘Ci stiamo dirigendo verso il baratro. Abbiamo bisogno di un intervento arabo per salvare la questione palestinese’.

Ramallah -InfopalHanan Ashrawi, membro del Consiglio Legislativo Palestinese, lunedì ha chiesto un intervento arabo attivo "per fermare il declino palestinese causato dalla lotta tra i movimenti di Fatah e Hamas".

In una dichiarazione alla stampa, Ashrawi ha parlato dell’aggressione da parte del movimento di Hamas contro la famiglia Hillis, il 2 agosto a Gaza, durante la quale sono morti 9 cittadini e sono stati feriti altri 90, e degli arresti reciproci tra Fatah e Hamas in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. La parlamentare ha poi affermato: "E’ in corso un declino molto pericoloso: le cose si stanno deteriorando. La situazione tra i due movimenti è diventata molto difficile. Ci vuole saggezza per risolvere la crisi interna palestinese".

E ha sottolineato la necessità di un intervento arabo, di una "mediazione reale per ricucire la spaccatura palestinese. La crisi ha raggiunto una fase che necessita di una presenza di forze arabe per salvare il popolo. La questione palestinese sta perdendo di veridicità per mano stessa dei palestinesi: noi apprezziamo qualsiasi intervento arabo possa impedire questo deterioramento e trovare una soluzione radicale allo scontro interno".

Per quanto riguarda la possibilità di successo del dialogo nazionale, in particolare tra Fatah e Hamas a seguito degli incidenti intercorsi in questi giorni, la Ashrawi ha spiegato che neanche "in condizioni migliori di queste abbiamo assistito a sforzi reali. Si tratta solo di parole senza alcun valore pratico. Se le divisioni vanno avanti possono raggiungere un punto di non ritorno".

Ashrawi ha precisato che Hamas ha superato la "linea rossa quando ha usato la forza per assumere il controllo sulla Striscia di Gaza, a metà di giugno dell’anno scorso". E ha chiesto al movimento di "rinunciare al primo errore, rappresentato dalla presa di potere sulla Striscia", ma ha anche fatto cenno ai "cambiamenti veloci nelle sue posizioni politiche: ha trattato con Israele e ha accettato la tregua parziale. Hamas deve fare auto-critica e lasciare il suo arroccamento nella Striscia di Gaza".

Parallelamente, ha chiesto al presidente palestinese Mahmud Abbas di "essere il presidente di tutti i palestinesi e non solo di una fazione politica. Egli deve dare la colpa del deterioramento della situazione interna ai diretti responsabili. Deve eseguire passi effettivi per mettere fine alle divisioni e al bagno di sangue palestinese".

"Ci stiamo avvicinando verso la fine – ha sottolineato la parlamentare -, stiamo camminando verso il baratro. Stiamo vivendo in un mondo inaccettabile".

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.