Assalti e irruzioni dell’esercito israeliano in numerose città della West Bank.

Questa mattina, le truppe israeliane hanno assaltato le città di Gerico e Salfit arrestato 3 palestinesi – due dei quali sono membri dei servizi di sicurezza palestinesi. Un altro è stato arrestato durante un raid in un villaggio nei pressi di Betlemme.

Veicoli militari hanno posto l’assedio ai sobborghi di Ramallah, e un altro contingente ha chiuso due organizzazioni caritatevoli di Salfit.

Un vasto schieramento di soldati israeliani ha attaccato Gerico – situato tra Gerusalemme e il fiume Giordano – e ha fatto irruzione in diverse case. I militari hanno arrestato Khadir Halayka e Muhammad Husni, entrambi membri del corpo di intelligence palestinese, e Ahmad Abdun Nabi Saoud.

Nell’area di Betlemme, alle 2 di questa mattina, le forze israeliane hanno attaccato il villaggio di Ash-Shawawra. I soldati hanno fatto irruzione nella casa della famiglia di Abu Lawi e arrestato il figlio Rafat Omar Abu Lawi, 27 anni.

Nel nord della West Bank, testimoni oculari hanno riferito che le truppe israeliane sono entrate nella città di Salfit, questa mattina, e hanno assaltato gli uffici di due organizzazioni caritatevoli, la Palestinian Prisoners’ Support Society e An-Nahda. I militari hanno sequestrato materiali e hanno ordinato la chiusura degli uffici per due anni.
Ne sono nati scontri tra i soldati e giovani palestinesi.

Ieri notte, decine di veicoli militari israeliani sono entrati a Al-Bireh, un’area centrale nei pressi di Ramallah, e hanno circondato una delle vecchie case della città. I soldati hanno illuminato l’area con luci fortissime e hanno iniziato a sparare contro la casa, ma nessuno è stato arrestato.

(Fonte: www.maannews.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.