Assalto alla Mavi Marmara, Israele forma team di esperti legali per difendere i propri commando

Al-Quds (Gerusalemme) – Safa. Il ministero della Giustizia israeliano ha ordinato la formazione di un team composto da procuratori e difensori legali nell'eventualità in cui i soldati di Israele che assaltarono la nave di aiuti turca diretta a Gaza nel maggio 2010, vengano citati in giudizio.

Il timore di Israele è che i propri militari vengano portati davanti a un tribunale penale internazionale e in questi giorni in cui la Turchia decide l'espulsione dell'ambasciatore israeliano ad Ankara, tali timori sono tanto più reali.

Nella notizia resa pubblica dalla radio israeliana si cita la presenza di consulenti giudiziari i quali – di fronte a tale possibilità – cureranno ogni aspetto giudiziario e politico.

Nel maggio 2010, i commando israeliani assaltarono la Freedom Flotilla 1, sulla nave turca Mavi Marmara assassinarono nove attivisti turchi, il resto dell'equipaggio fu aggredito, numerosi feriti e tutti furono arrestati, mentre effetti personali e attrezzatura furono confiscati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.