Assalto alla moschea al-Aqsa, allerta israeliana contro proteste palestinesi.

An-Nasira – Infopal. Con l’inizio di Yom Kippur, domenica scorsa, i servizi di sicurezza israeliani hanno annunciato lo stato di mobilitazione per prevenire l'estendersi della vibrante opposizione palestinese che ha fatto seguito al tentativo sionista, condotto domenica mattina, di penetrare nella moschea al-Aqsa.

Questa mattina, dunque, è stato annunciato lo stato di allerta da parte degli apparati di sicurezza israeliani, in previsione delle reazioni dei palestinesi agli eventi di al-Aqsa verificatisi ieri in concomitanza con il periodo delle festività ebraiche.

La polizia israeliana ha affermato di aver dispiegato migliaia di agenti nelle città di Gerusalemme, Acri, Karmail, Nazareth alta e Wadi Ara, le quali, al loro interno, vedono un contatto diretto tra palestinesi ed ebrei.

Per di più, le forze d’occupazione israeliane temono l’estendersi delle tensioni ad altre aree, così come accadde nel 2000 all'inizio dell’Intifada di al-Aqsa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.