Assedio a al-Aqsa, shaykh Salah bandito da Gerusalemme per 30 giorni.

Gerusalemme – Infopal. Un tribunale israeliano ha deciso ieri sera di allontanare shaykh Raed Salah, leader del movimento islamico nei territori del '48, dalla città occupata di Gerusalemme per un periodo di 30 giorni, vietandogli di avvicinarsi ad essa e alla moschea di al-Aqsa, attualmente sotto assedio.

Fonti palestinesi hanno riferito che la polizia israeliana aveva chiesto la proroga dell'arresto di Salah per altri cinque giorni, o gli arresti domiciliari a Umm al-Faham, ma poi è stata decisa l'espulsione da Gerusalemme per 30 giorni.

Salah è stato arrestato ieri sera: Assedio alla moschea di al-Aqsa: le forze di occupazione hanno arrestato shaykh Raed Salah.

Nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto, in tribunale, un portavoce della polizia israeliana ha affermato che il discorso pronunciato da shaykh Salah, venerdì scorso, è stata la causa scatenante dei disordini a Gerusalemme.

Notizie correlate:

La Fondazione al-Aqsa: 'Israele scava nuovi tunnel sotto il muro occidentale della Spianata delle Moschee'.

Moschea di al-Aqsa, braccio di ferro tra fedeli asserragliati e forze di occupazione.

L'appello di shaykh al-Qaradawi: Giorno della Rabbia a sostegno di al-Aqsa.

I fedeli asserragliati nella moschea al-Aqsa: 'L'assedio attorno a noi si sta stringendo'.

GERUSALEMME E LA MOSCHEA DI AL-AQSA SOTTO ATTACCO ISRAELIANO. 15 palestinesi feriti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.