Assedio alla Striscia di Gaza, comunicato stampa sul sit-in delle associazioni palestinesi in Italia.

 

  Comunicato stampa

Si è svolto sabato 6 dicembre, a Milano, un sit-in delle associazioni di solidarietà dei palestinesi in Italia di fronte al Consolato egiziano, con lo slogan: “Aprite il valico di Rafah la porta della vita”.

Le associazioni hanno rivolto un appello alla dirigenza egiziana affinché rompa lo stretto assedio imposto alla Striscia di Gaza riaprendo il valico di Rafah.

L’appello era diretto al presidente egiziano, Hosni Mubarak, al suo governo, al Consiglio del Popolo (parlamento), all’ambasciatore e al consolato in Italia, e al popolo egiziano.

“Dal cuore dell’assedio, da sotto le macerie, in nome della sofferenza, dei malati e delle donne, ci rivolgiamo ai vostri teneri cuori, alla vostra volontà, al sentimento arabo originale, e al vostro coraggio che non si ammorbidisce davanti all’arroganza dell’occupazione sionista.
Voi oggi vi trovate di fronte alla vostra responsabilità storica: voi siete il vicino maggiore, quello che può sollevare l’ingiustizia imposta su un milione e mezzo di persone innocenti, condannate a morire in silenzio.
La vostra responsabilità è diretta: i vostri fratelli a Gaza hanno molto bisogno di voi.

Il grande Egitto, oggi, non può accettare di stare a guardare la sofferenza dei loro fratelli che muoiono a causa dell’ingiusto assedio.
In nome dei legami che ci uniscono, in nome della fratellanza di religione, di sangue, di lingua, in nome di ogni malato che attende la morte, vi chiediamo di aprire la Porta della vita, il valico di Rafah.
Milioni di persone credono in voi, non deludetele”.

L’appello è stato firmato dalla Campagna Europea Contro l’assedio, dall’API (Associazione Palestinesi d’Italia), e dalla Comunità palestinese di Milano e Lombardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.