Assedio alla Striscia di Gaza, muore il 67° malato a cui sono state negate le cure.

Gaza – Infopal
Dal nostro corrispondente
Questa mattina, a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, è deceduto il cittadino Yahya Mustafa Jamal, di 53 anni, a causa del divieto di recarsi all’estero per ricevere le cure necessarie per il cancro che lo affliggeva.
Ieri mattina, nella città di Gaza, un altro malato palestinese è morto a causa dell’assedio. Si tratta di Hassan Salmi, 60 anni, anche lui affetto da tumore.
Le autorità israeliane gli hanno ripetutamente negato il permesso di recarsi all’estero per le cure mediche.
Queste due nuove morti annunciate portano a 67 il numero di malati palestinesi deceduti per mancanza di medicine e cure adeguate. Una mancanza provocata dal disumano embargo israeliano e internazionale e dell’assedio, che durano da giugno (dalla presa di potere di Hamas nella Striscia), che hanno ridotto l’area in un grande lager senza speranza, da dove nessuno, o quasi, può entrare o uscire. Nemmeno per ricevere cure mediche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.