Assedio alla Striscia di Gaza, una Eid al-Adha di povertà.

Gaza – Infopal. Con l'arrivo della Eid al-Adha, la Festa del Sacrificio, la principale ricorrenza del calendario islamico, la crisi scatenata dal feroce assedio israelo-internazionale si è ulteriormente aggravata, fino a toccare tutti gli aspetti della vita nella Striscia di Gaza. La popolazione non ha soldi neanche per comprare i montoni, introdotti attraverso le “gallerie della sopravvivenza” che collegano Rafah all'Egitto.

Il nostro corrispondente a Gaza ha fatto un giro nel mercato del campo profughi an-Nusairat, al centro della Striscia di Gaza, uno dei più grandi mercati di bestiame della Striscia, e ha visto centinaia di cittadini che s'informano sui prezzi, ma senza comprare nulla.

Mohammad Abu Rukab, 47 anni, della città di Deir al-Balah, al centro della Striscia, non acquista niente. Quando gli viene chiesto il motivo, risponde: “Il prezzo del bestiame è più basso degli anni passati, ma io non ho soldi. Tutto quello che ho sono 100 dinari e un montone costa 150”.

E aggiunge: “Sono tre anni che non posso sacrificare un montone per la festa. In passato lavoravo in una sartoria e avevo un buon stipendio, ma la chiusura dei valichi e il divieto israeliano di ingresso delle materie prime hanno costretto il proprietario della fabbrica a licenziare decine di lavoratori, me compreso”.

Crescita del tasso di povertà. Issam Abu Etewi, 54 anni, commerciante di bestiame, osserva le facce dei cittadini che arrivano solo per guardare e per informarsi sul prezzo. Dalle prime ore del mattino non è riuscito a vendere nemmeno un bovino.

Abu Etewi lo spiega con la diffusa povertà, che ha raggiunto livelli da record, mai visto prima: ne è colpito quasi l'80% dei cittadini della Striscia di Gaza.

Con il sopraggiungere della sera, nel mercato aumenta il frastuono. Commerciante e cittadino sperano che l'ingiusto assedio sia sollevato, permettendo così all'economia della Striscia di rialzarsi di nuovo, concedendo alla popolazione una vita dignitosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.