Associazione ad-Damir: crisi del carburante, a rischio l'acqua potabile.

Gaza -Infopal

Ad-Damir, l’Associazione per la Difesa dei diritti umani, attiva nei territori palestinesi occupati, ha lanciato l’allarme sul rischio di blocco graduale di tutte le attività vitali nella Striscia di Gaza causate dalla crisi del carburante.

Tale crisi influisce pesantemente sulla vita giornaliera nella Striscia di Gaza: ad esempio, non è più possibile potabilizzare l’acqua a causa del blocco dei depuratori.

In un comunicato stampa, ad-Damir ha confermato che il mancato utilizzo di depuratori minaccia una catastrofe sanitaria nella Striscia di Gaza e la diffusione di malattie, soprattutto tra i bambini.

Da giugno dell’anno scorso, le autorità di occupazione israeliane impongono sulla Striscia di Gaza un asfissiante assedio che aumenta giorno dopo giorno e si manifesta con punizioni collettive – chiusura dei valichi, diminuzione dell’erogazione della corrente elettrica e del carburante, divieto di ingresso del materiale necessario per mantenere i depuratori, ecc.

Più del 80% dei mezzi di trasporto pubblici e privati sono omai paralizzati, mentre gli altri fermeranno nei prossimi due giorni. Il 60% delle ambulanze sono completamente ferme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.