Associazione per i diritti umani: durante il mese di Ramadan 33 palestinesi sono stati uccisi dal fuoco israeliano.

Gaza – Infopal

Un’associazione per la difesa dei diritti umani ha riferito che durante il mese di Ramadan le forze di occupazione israeliane hanno ucciso 33 cittadini palestinesi in Cisgiordania e Striscia di Gaza.

Il ricercatore, Ahmad al-Tubasi, dell’associazione “at-Tadamon per i diritti umani”, ha dichiarato che durante il mese di Ramadan sono stati uccisi 33 palestinesi in Cisgiordania e Striscia di Gaza. Un numero superiore rispetto agli altri mesi.

At-Tubasi ha sottolineato che ultimamente l’eliminazione fisica dei resistenti ad opera delle forze speciali israeliane, quelle "travestite da arabi", sono cresciute molto.

Diverse zone della Cisgiordania hanno notato una crescita delle aggressioni delle forze di occupazione durante il mese di Ramadan. L’ultima in ordine di tempo è avvenuta nella città di Qalqiliyah, da cui le forze di occupazioni si sono ritirate all’alba di ieri, dopo tre giorni di invasione.

Le campagne di arresto giornaliere non si sono mai fermate nella maggior parte delle città della Cisgiordania. Anche le ragazze vengono sequestrate: l’ultima, due giorni fa, a Nablus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.