Associazione per l’informazione: ‘Condanniamo il delitto di Vittorio Arrigoni. L’occupante è l’unico a beneficiarne’

Gaza – Paltoday. “L'assassinio di Vittorio Arrigoni è estraneo alla cultura palestinese e rispecchia lo stato di disordine interno del quale, oggi più che mai, il popolo palestinese ne chiede il ripristino”.

E' l'Associazione per l'informazione dei giovani palestinesi ad affermarlo in un comunicato stampa inviato all'ageniza “Paltoday“.

“Ogni perdita di professionisti dell'informazione e di attivisti internazionali riflette le sofferenze del popolo palestinese. Condanniamo il delitto di Vittorio Arrigoni“.

“Ancora una volta, è l'occupazione israeliana a trarne profitto, cercando di gettare ombra e sospetto sull'umanità del nostro popolo, sulla liceità della nostra lotta nazionale ovunque nel mondo, per mantenere lo stato d'assedio sulla Striscia di Gaza e avere un impatto devastante sulla solidarietà internazionale impegnata nel porvi definitivamente fine.

Quello che è accaduto è un incubo che ci mette con le spalle al muro. Pertanto, fazioni, istituzioni e forze dell'ordine palestinesi devono restituire alla società civile la sicurezza e devono punire il delitto di Vittorio Arrigoni.

Il sangue finora versato non sarà assorbito da simili tentativi di distorsione della causa di liberazione palestinese e, allo stesso modo, l'immagine del nostro martirio, quella dei nostri prigionieri, dell'oppressione di un intero popolo, non sarà stracciata. La morte di Vittorio riflette l'asprezza delle nostre sofferenze sotto occupazione”.

L'associazione ha infine sollecitato i mass media a “fornire protezione agli attivisti della solidarietà internazionale, creando le condizioni favorevoli perché essi non si sentano osteggiati nel riportare al mondo la verità testimoniando i crimini dell'occupazione israeliana contro i palestinesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.