Atallah Hanna: le aggressioni israeliano contro Gerusalemme e al-Aqsa colpiscono tutte le persone libere del mondo.

 

Gerusalemme. Atallah Hanna, patriarca greco-ortodosso di Gerusalemme, ha affermato ieri che “la Città Santa rappresenta un luogo sacro per i musulmani”, e che “le misure oppressive e le pratiche selvagge dell'occupazione israeliana sono rivolte a tutti i musulmani e gli uomini liberi del mondo intero”.
 
In un comunicato stampa diramato ieri, domenica 4 ottobre, Hanna ha dichiarato che gli attacchi delle forze d'occupazione contro la Moschea al-Aqsa sono una conferma del razzismo israeliano e della sua negazione di ogni principio morale ed umano.
 
Ha poi aggiunto che nella Gerusalemme occupata le forze occupanti violano i diritti umani e la libertà religiosa.
 
Hanna ha condannato duramente il silenzio arabo ed internazionale sulle aggressioni sioniste a Gerusalemme e alla moschea al-Aqsa, rinnovando la condanna dell'Anp di Ramallah, che si rifiuta di denunciare Israele presso l'Onu.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.