Attacco alla scuola rabbinica di Mirkaz Ha’rav.

 Riceviamo da  www.TerraSantaLibera.org e pubblichiamo.

Attacco alla scuola rabbinica di Mirkaz Ha’rav:

8 morti e 15 feriti

 

La scuola rabbinica oggetto dell’attacco, la Mirkaz Ha’rav, che significa centro dei rabbini, è una scuola talmudica dove si combinano educazione religiosa e attività di servizio militare.

Un’editorialista palestinese di Gerusalemme, Khalid Amayreh, la definisce quale “central nervous system” per "student-settler-soldiers" (Centro nevralgico del sistema degli studenti-soldati-coloni), dove è particolarmente attivo il Movimento dei Coloni Giudei "Gush Emunim".

Da qui, testimonia il giornalista palestinese, provengono la maggior parte degli editti religiosi che concedono il permesso di uccidere i civili palestinesi (link).

Uno dei più eminenti rabbini di questa scuola, la Mirkaz Ha’rav, è Dove Lior, rabbino capo dei coloni di Kiryat Arba, il quale mercoledì scorso ha dichiarato che è lecito per un soldato israeliano uccidere civili palestinesi, inclusi i bambini (link).

Il Gush Emunim adotta gli insegnamenti messianici postulati da Rabbi Avraham Kook, il quale auspicò la costruzione di uno stato ebraico in Palestina per agevolare la venuta del "Messia".

I messianici sionisti credono anche che per indurre una maggior accelerazione al processo di "redenzione" debbano creare atti di sanguinaria violenza contro i palestinesi, al fine di creare quella atmosfera di turbolenza e di guerra nella quale si dovrebbe manifestare più rapidamente il loro "Messia".

I capi del Mirkaz Ha’rav, continua l’editorialista palestinese, si oppongono veementemente alla pace tra Israele e gli arabi, e sono fortemente contrari alla creazione di uno Stato Palestinese nel West Bank, East Jerusalem e Gaza Strip.

Gush Emunim ed i religiosi sionisti sono generalmente rappresentati alla Knesset, il Parlamento israeliano, dal Partito denominato “Ha’a Mifdal”, il Partito Religioso Nazionalista.

Tale Partito invoca la pulizia etnica e la riduzione in schiavitù dei palestinesi, quali portatori d’acqua o spaccalegna, basandosi su loro personali interpretazioni e principi biblici.

Khalid Amayreh conclude affermando che è ampiamente ritenuto che una grande percentuale di ufficiali d’alto rango dell’esercito israeliano siano affiliati a questo movimento religioso sionista.


Traduzione e adattamemnto da "Palestinian Information Centre News" della Redazione di www.TerraSantaLibera.org

Link originale: http://www.palestine-info.co.uk

 

www.GerusalemmeTerraSanta.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.