Attacco missilistico della resistenza palestinese: 60 soldati israeliani feriti. La Knesset convoca seduta di emergenza.

Oltre 60 soldati israeliani sono stati feriti questa mattina all’alba da un missile della resistenza palestinese lanciato dalla Striscia di Gaza.

Il missile è atterrato su una base militare, nei pressi della città di Ashkelon, a nord di Gaza.

Fonti sanitarie israeliane hanno reso noto che più di 60 soldati sono stati feriti dall’attacco contro la base di Zikim.

Fonti militari israeliane hanno comunicato che il razzo ha colpito le truppe ancora addormentate, e che altri due sono caduti in un’area aperta.

Le ambulanze hanno raggiunto la zona dell’attacco e hanno trasportato i feriti negli ospedali di Soroka, a Be’ersheva e Barzeli, a Ashkelon.

L’attacco è stato rivendicato dalle Brigate Al-Quds, ala militare del Jihad islamico, e dalle Brigate An-Nasser Salah Addin, dei Comitati di Resistenza popolare.

In un comunicato congiunto, le Brigate hanno dichiarato che i razzi sono atterrati verso l’1,15 di questa mattina. E hanno ammonito l’esercito israeliano a non commettere "follie" nella Striscia di Gaza. Il riferimento è l’annunciata invasione militare della regione.

Da parte sua il ministro israeliano dell’industria, commercio e lavoro, Eli Yishai, capo del partito Shas, ha dichiarato alla radio dell’esercito che il vertice americano per la pace tra israeliani e palestinesi deve "essere cancellato".

Il parlamento israeliano, la Knesset, è in seduta di emergenza per discutere dell’attacco palestinese e del ferimento dei 60 soldati e della rappresaglia da effettuare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.