Attrezzature di sicurezza rubate dalla residenza del Primo Ministro israeliano

(Foto Wikipedia).

Tel Aviv. I media israeliani hanno rivelato che un giovane si è introdotto in una stanza di sicurezza di fronte alla casa del primo ministro Benjamin Netanyahu per rubare una borsa di attrezzature. L’uomo è stato poi arrestato e accusato di furto.

Il quotidiano Yedioth Ahronoth ha riferito che un uomo di 29 anni si è introdotto in una stanza di sicurezza davanti alla casa di Netanyahu, nella Gerusalemme occupata, alla vigilia dello Yom Kippur, e ha rubato una borsa contenente “attrezzature di sicurezza”. La polizia ha interrogato l’uomo, lunedì, ma la Corte Magistrale di Gerusalemme lo ha rilasciato a condizioni restrittive.

Non è la prima volta che si verifica una violazione della sicurezza nella residenza del Primo Ministro. Due mesi fa è stata scoperta una grave violazione della sicurezza che ha permesso l’accesso a più di 1.000 telecamere in tutta Gerusalemme.

Il giornale israeliano ha sottolineato che dal 2015 sono state fatte critiche alla facilità con cui i documenti vengono fatti trapelare dalla residenza del primo ministro, sottolineando che l’ex-capo dello Shin Bet, Yuval Diskin, ha criticato la famiglia Netanyahu a causa di un video caricato a suo nome, che rivelava parti della sede ufficiale.

(Fonte: MEMO).