Aumentano le vittime mentre Israele continua a bombardare la Striscia di Gaza

Gaza – MEMO. Domenica le Forze israeliane hanno continuato a colpire la Striscia di Gaza causando diverse vittime palestinesi, ha riferito l’agenzia di stampa WAFA.

Gli aerei israeliani hanno bombardato aree tra cui una casa nel quartiere di Tal al-Sultan a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, così come la vicina piazza Shuhada al-Shati nel campo profughi di al-Shati, nella città di Gaza.

L’esercito ha anche fatto saltare in aria alcuni edifici residenziali nella città di al-Mughraqa, a nord del campo di Nuseirat, nella Striscia di Gaza centrale.

I palestinesi dell’enclave bloccata stanno festeggiando l’Eid al-Adha nonostante le violenze e le distruzioni a cui sono stati sottoposti.

Da allora a Gaza sono stati uccisi oltre 37.300 palestinesi, la maggior parte dei quali donne e bambini, e oltre 85 mila sono stati feriti, secondo le autorità sanitarie locali.

Dopo oltre otto mesi di guerra israeliana, vaste aree di Gaza giacciono in rovina in un blocco paralizzante di cibo, acqua potabile e medicine.

Israele è accusato di genocidio dalla Corte internazionale di giustizia (ICJ), che nella sua ultima sentenza ha ordinato a Tel Aviv di interrompere immediatamente le operazioni nella città meridionale di Rafah, dove oltre un milione di palestinesi aveva cercato rifugio dalla guerra prima di essere invasa il 6 maggio.

(Foto: [Dawoud Abo Alkas/Anadolu Agency]).

Traduzione per InfoPal di F.H.L.