Awarta, prosegue la campagna di arresti e perquisizioni di Israele

Nablus – InfoPal. Qaiys 'Awad, sindaco di Awarta (Nablus), ha lanciato un appello sulla situazione in cui si trova la sua comunità.

“Awarta è sotto coprifuoco da lungo tempo, mentre i soldati d'occupazione e unità speciali di Israele stanno setacciando ogni singola abitazione palestinese portando via a decine i nostri cittadini. Essi vengono sottoposti al prelievo di impronte digitali, campioni di sangue e saliva senza distinzione di sesso o età. Solo ieri ne sono stati arrestati 15; due giorni fa nove e, una settimana fa, cento donne erano state detenute per lunghe ore”.

Il vice governatore della provincia di Nablus, 'Anan al-Atirah, ha chiesto l'intervento degli operatori della Croce rossa internazionale (Icrc), perché “ad Awarta le forze d'occupazione israeliane stanno compiendo gravi violazioni dei diritti umani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.