Az-Zahar: ‘Il veto Usa alla risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu prova la loro complicità nei massacri israeliani’.

Dal nostro corrispondente.

Il Ministro degli Esteri palestinese, Mahmoud Az-Zahar, ha duramente attaccato l’ennesimo veto USA contro la risoluzione di condanna del Consiglio di Sicurezza dell’Onu alla carneficina commessa dall’esercito israeliano ai danni della popolazione di Beit Hanoun. Nella strage sono stati uccisi 95 palestinesi e feriti più di 350 – molti dei quali donne e bambini.

In un comunicato stampa, il Ministro ha affermato: "Gli USA non solo provano la connivenza con il massacro, ma, attraverso il veto alla risoluzione, l’hanno benedetto e consacrato, in flagrante violazione della Carta Onu e della tutela dei diritti umani".

Az-Zahhar ha anche criticato quegli stati che hanno scelto di astenersi durante la votazione – Gran Bretagna, Slovacchia, Danimarca e Giappone-, e ha sottolineato il fallimento della comunità internazionale nell’intraprendere un’azione definitiva per fermare il bagno di sangue in Palestina. D’altro canto, ha ribadito la necessità, per i paesi "amanti della pace", di adottare immediate misure per porre fine ai massacri perpetrati dall’IDF.

"L’umanità si trova davanti a un esame vero e proprio – ha aggiunto il Ministro – che prova se essa abbia davvero intenzione di proteggere i popoli oppressi della Terra, e di punire i criminali di guerra".

Da parte sua, il portavoce del governo palestinese, Ghazi Hamad, ha accusato gli USA di fornire a Israele la copertura politica necessaria per commettere altri massacri contro il popolo palestinese. E ha aggiunto che il veto ha danneggiato l’immagine degli Stati Uniti e ha provato che l’amministrazione americana approva la carneficina di donne e bambini arabi e palestinesi.

I Comitati di Resistenza Popolare, invece, hanno dichiarato che l’invasione delle truppe israeliane a Beit Hanoun è stata pianificata ed eseguita sotto la totale supervisione americana.

Fonti israeliane, nei giorni precedenti, avevano rivelato che ufficiali dell’esercito Usa avevano monitorato l’invasione di Beit Hanoun, per evitare gli "errori" commessi dalle truppe israeliane nella guerra di luglio contro il Libano. Si legga: https://www.infopal.it/testidet.php?id=3126 

I CRP hanno aggiunto che il Consiglio di Sicurezza dell’Onu è un "Consiglio oppressivo e fragile che dà legittimità ai tiranni per compiere bagni di sangue di bambini e donne palestinesi innocenti". 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.