Bambino palestinese crivellato di colpi da cecchino israeliano: aveva in mano una pistola giocattolo.

Oggi, un ragazzino palestinese, Miras Nidal Al-Azza, 12 anni, è stato raggiunto da 6 pallottole mentre stava giocando con una pistola giocattolo nel balcone di casa sua, nel campo profughi di ‘Aida, vicino a Betlemme.

Fonti della sicurezza palestinese hanno riferito che il bambino stava giocando con una pistola di plastica quando un cecchino israeliano, che stazionava su una torretta di guardia nell’area della "Tomba di Rachele", vicino al campo profughi, ha aperto il fuoco trapassandolo con sei proiettili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.