Ban Ki-Moon: gli scavi israeliani sotto la moschea al-Aqsa: ‘sono inaccettabili’.

Amman – Infopal. In una lettera inviata al ministro degli Esteri giordano, Salah-Iddin al-Bashir, e pubblicata sui giornali giordani il 25 settembre, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, affronta la questione degli scavi israeliani alla Porta dei Magrebini, nei pressi del santuario di al-Aqsa, a Gerusalemme, e il pericolo che rappresentano. In particolare, Ban Ki-Moon ha definito "inaccettabile" l’edificazione di una sinagoga accanto alla moschea al-Aqsa.

Nella lettera al ministro degli Esteri giordano, il Segretario Generale dell’Onu ha precisato che "parlerà al primo ministro israeliano per confermare l’importanza di Gerusalemme e il suo valore per gli arabi e per i musulmani".

Ki-Moon ha chiesto al governo israeliano di comportarsi "in modo trasparente con l’Unesco e con la commissione internazionale prendendo in considerazione i punti di vista palestinesi" e ha invitato Tel Aviv a fermare "queste decisioni unilaterali".

La Giordania ha il controllo religioso dei luoghi sacri di Gerusalemme, che vengono gestiti dal ministero per gli Affari religiosi. Decine di dipendenti del santuario sono stipendiati direttamente dal governo giordano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.