Baraka: ‘Lo stato palestinese è un diritto e non dipende dal riconoscimento da parte israeliana’

Beirut – InfoPal. Il rappresentante del movimento di resistenza islamica, Hamas in Libano, Ali Baraka, ha dichirato che “il popolo palestinese ha il diritto di istituire il proprio stato indipendente e con piena sovranità su tutti i territori occupati, senza il bisogno di un riconoscimento da parte dello stato sionista usurpatore, la rinuncia al diritto al ritorno o l'abbandono della causa dei profughi palestinesi – considerata l'essenza della questione palestinese”.

In un comunicato stampa diffuso ieri, venerdì 16 settembre, Baraka ha espresso anche le condoglianze  per i martiri del massacro di Sabra e Shatila, di cui in questi giorni ricorre il 29° anniversario, e ha ribadito che “il loro sangue rimarrà come una maledizione che perseguita i loro assassini, i sionisti e i loro alleati criminali”.

E ha aggiunto: “Ribadiamo che i massacri compiuti dai sionisti nei confronti del popolo palestinese, da Deir -Yassin a Sabra e Shatila, Gaza, Gerusalemme dimostrano che lo stato sionista è un’entità razzista e terrorista, fondata sul sangue e le vite del popolo palestinese. I genocidi israeliani non ci intimoriscono né ci scoraggiano dal continuare la via della lotta e della resistenza. La battaglia contro il nemico sionista non finirà finché l'occupazione non sarà cessata e gli obiettivi del nostro popolo saranno raggiunti, specialmente il diritto al ritorno e all’indipendenza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.