Barbarie by Anp: prigioniero politico torturato a morte.



Hebron – Infopal. Shaikh Kamal Abu Ta'ema, residente nel campo profughi al-Fawar, a Hebron, a sud della Cisgiordania, ieri sera è entrato in uno stato di “morte clinica”. Si trova nell’ospedale “al-Madina at-Tibbiyah”, nella capitale giordana Amman, dove è stato ricoverato a seguito delle torture subite nelle prigioni palestinesi dell’Autorità nazionale palestinese, nella provincia di Hebron.

Lo hanno rivelato fonti all'interno del movimento di Hamas, che hanno spiegato anche che il prigioniero è morto per un infarto sopraggiunto a causa delle torture.

A seguito dell'attacco cardiaco, l'uomo era stato dunque rilasciato e trasferito nell’ospedale statale “Aliyah” di Hebron, e dopo il peggioramento delle sue condizioni di salute, era stato trasportato in Giordania.

Kamal, insegnante, aveva trascorso sette mesi nelle carceri dell’Anp, dove aveva subito vari tipi di tortura. Più volte era stato ricoverato in ospedale. L’ultima, il 2 giugno.
Abu Taema era uno delle persone deportate dalle forze di occupazione israeliane
nel sud del Libano, nel 2005.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.