Barhum smentisce l’esistenza di ostacoli nella formazione del governo di unità.

Fawzi Barhum, portavoce del movimento di Hamas, ha smentito la presenza di una crisi che ostacoli la formazione del governo di unità nazionale, confermando che tutto si sta svolgendo in modo naturale.

Ha aggiunto che è nell’interesse di tutti realizzare il governo di unità nazionale prima possibile.

Durante un collegamento telefonico con la nostra agenzia stampa, Barhum ha dichiarato: “Non ci sono pre-condizioni né polemiche, come hanno riportato i mezzi di informazione. Le procedure tecniche stanno andando avanti in maniera naturale: è previsto un incontro tra il presidente dell’Anp, Mahmoud Abbas, e il primo ministro Ismail Haniyah per concretizzare quanto emerso dall’accordo di Mecca e avviare le modalità per la formazione del nuovo governo”.

 

Barhum ha criticato i media che "frettolosamente e non conoscendo le clausole dell’accordo di Mecca", hanno iniziato a parlare di probabile crisi: “Tutti i palestinesi si stanno sforzando per formare il nuovo governo. Hamas rispetta quanto emerso dal dialogo a Mecca”.

 

Per quanto riguarda le procedure ufficiali che il presidente Abbas deve espletare e l’accordo sulla nomina del ministro degli Esteri, il portavoce di Hamas ha affermato: “Questi punti non costituiranno un ostacolo alla formazione del governo, che ha la precedenza totale. I contatti tra Hamas e Al-Fatah non si sono mai interrotti. Tutti si stanno muovendo positivamente per portare avanti le formalità per il varo del nuovo esecutivo. Su questo siamo tutti d’accordo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.