Beit Liqya: palestinesi privati delle loro terre.

Ramallah. Le truppe israeliane hanno informato ieri gli abitanti del villaggio di Beit Liqya, in Cisgiordania, dell'intenzione dell'esercito di annettere parte delle loro terre per la costruzione del Muro.

Beit Liqya, piccolo centro nei pressi di Ramallah, perderà così fino a 2,5 acri (1 acre = 4 046.85642 m2), che verranno usati per la deviazione del tratto di Muro  dell'Apartheid che passerà nelle vicinanze.
Le terre sottratte sono proprietà privata dei contadini del luogo, nonché loro unica fonte di guadagno.
Beit Liqya si trova all'interno della zona C in base agli accordi di Oslo. La zona C è formata dalle aree palestinesi ancora sotto il controllo dell'esercito israeliano.

Nel 2004, la Corte internazionale di giustizia dell'Aia decretò l'illegalità del Muro israeliano in Cisgiordania.
La Corte ordinò all'esercito di rimuovere il Muro e risarcire i palestinesi che ne erano stati danneggiati. Finora, le forze armate hanno rifiutato di applicare la sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.