Betlemme pronta per il Natale: mercati liberi dai prodotti coloniali

Imemc. Durante una riunione speciale con responsabili e funzionari delle istituzioni governative e con i sindaci della provincia, il governatore di Betlemme 'Abd al-Fattah Hamayel ha affermato che i mercati di Betlemme sono ormai completamente liberi dai prodotti delle colonie israeliane.

All'inizio dell'incontro, dopo aver inviato gli auguri di Natale a tutti gli abitanti di Betlemme, luogo nativo di Gesù, Hamayel ha dichiarato che la città ha terminato tutti i preparativi necessari per festeggiare il Natale, in collaborazione con le istituzioni della società civile e le organizzazioni del settore privato.

Ha quindi aggiunto che i mercati locali, così come quelli di tutta la Palestina, sono ormai liberi dai prodotti degli insediamenti israeliani in Cisgiordania, e che la città di Betlemme in particolare è considerata una zona vitale, in quanto collega le metà settentrionale e meridionale della regione.

Vi sono tuttavia tentativi di trafficare prodotti provenienti dalle colonie, ha ricordato il governatore, assicurando però che l'Autorità nazionale palestinese (Anp) continuerà a combattere il contrabbando, soprattutto per impedire che esso danneggi le imprese locali e l'economia palestinese.

Da parte sua, il presidente del dipartimento dell'Economia nazionale Taher Dannun ha confermato che migliaia di negozi sono stati ispezionati per assicurarsi che non vi fossero commerciati prodotti delle colonie, e che 216 proprietari sono stati multati per aver violato la legge.

Dannun ha quindi ringraziato tutte le istituzioni e i programmi della gioventù per gli sforzi profusi nella realizzazione della politica di boicottaggio.

Intanto, il vice sindaco di Betlemme George Sa'ada ha presentato un rapporto dettagliato sulla situazione a Betlemme e sui preparativi di Natale, al quale si sono aggiunti i piani speciali dei responsabili della sicurezza, della polizia e della sanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.