Bil’in, delegazione di Giuristi democratici aggredita dall’esercito israeliano.

Cisgiordania – Infopal. In questi giorni, in Palestina è arrivata una delegazione di giuristi italiani.

Questa mattina la delegazione ha preso parte a una pacifica manifestazione contro il Muro di Annessione ed è stata attaccata dall’esercito israeliano.

Pubblichiamo qui di seguito il comunicato stampa inviatoci da Ramallah.

Aggredita dall’esercito israeliano la manifestazione non violenta a Bil’in-West Bank.

Oggi, 6 giugno, nel corso della pacifica manifestazione contro l’espansione del Muro dell’Apartheid, nei pressi del villaggio di Bil’in, è stato ferito alla testa con un lacrimogeno il magistrato dell’associazione Giuristi democratici, Giulio Toscano.

La giornata di mobilitazione nei pressi del Muro è parte conclusiva della Terza Conferenza internazionale sulla lotta popolare nonviolenta contro l’occupazione. La manifestazione, alla quale hanno partecipato centinaia di attivisti palestinesi, italiani, danesi, israeliani, spagnoli e statunitensi, è stata aggredita dall’esercito israeliano con lanci di bombe sonore, lacrimogeni sparati ad altezza d’uomo e proiettili di gomma. Il ferimento del magistrato è avvenuto mentre i manifestanti si trovavano con le mani alzate in prossimità del Muro.

Giulio Toscano è parte di una delegazione di giuristi democratici che si è recata in Palestina per realizzare uno studio sulla condizione dei minori palestinesi reclusi nelle carceri israeliane. Essendo stato colpito all’altezza della tempia, i dottori hanno ritenuto necessario tenerlo sotto osservazione per applicare le cure appropriate.

Sono con lui in ospedale Luisa Morgantini, Vice Presidente del Parlamento Europeo e membri dell’Autorita Palestinese. La Terza Conferenza sulla resistenza popolare nonviolenta di Bil’in si è svolta dal 4 al 6 giugno e si è posta come obiettivo il sostegno internazionale alla strategia nonviolenta come meccanismo per fermare il conflitto nella regione e mettere fine all’occupazione illegale dei territori palestinesi.

Questa iniziativa ha ricevuto, tra gli altri, l’appoggio dell’ex Presidente USA Jimmy Carter, del premio nobel per la pace Maread Corrigan McGuire, dell’ex Direttore Generale dell’Unesco Federico Mayor Zaragoza, così come di una gran parte dei partiti politici palestinesi.

A nome dei partecipanti della conferenza, condanniamo questa azione, parte della strategia delle autorità israeliane tesa a mettere a tacere, con tutti i mezzi, i membri della società civile internazionale che arrivano in Palestina per sostenere la fine dell’occupazione e una pace giusta.

Luisa Morgantini
Servizio Civile Internazionale
Coordinamento romano acqua pubblica-forum italiano dei movimenti per l`acqua
Rete autocostruzione solare
Crocevia
Centro sociale occupato La Strada
Factory occupata
Occhio del Riciclone
Associazione Pluralia
AktivamenteIPRI-Rete CCP, Berretti bianchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.