Bil'in, manifestazioni nonviolente: ricoverato un pacifista israeliano

Ramallah – Ma'an. Un cittadino israeliano è stato ferito e ricoverato in ospedale, ieri, a Ramallah, dopo che un proiettile di gomma gli si è conficcato nel ginocchio durante la manifestazione anti-Muro di Bil'in.

I dimostranti, 130 secondo la stima dell'esercito israeliano, hanno anche protestato contro l'accusa d'incitamento alla violenza rivolta pochi giorni fa da un tribunale israeliano ad Ahmad Abu Rahma, uno degli organizzatori. L'accusa è stata vista con disappunto anche dai rappresentanti dell'Unione Europea.

Diversi manifestanti sono rimasti feriti per il lancio di gas lacrimogeno e le raffiche di proiettili di gomma che li raggiungevano da tre direzioni, secondo quanto riporta il comitato popolare locale. Il 30enne Bassam Hamed e il giornalista Haytham al-Khatib, 34 anni, sono stati centrati da alcuni lacrimogeni, mentre Ashraf Khatib, 27, è stato trasferito al Centro medico palestinese di Ramallah dopo essere stato colpito da un proiettile. A decine hanno sofferto per aver respirato il gas, ha aggiunto il comitato.

Tre feriti leggeri alle proteste di al-Ma'asara

Gli organizzatori di un'altra protesta contro la confisca di terre nel villaggio di al-Ma'asara hanno riferito il ferimento di tre persone – tra cui un cittadino Usa – anche loro prese di mira dai proiettili di gomma dei militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.