Bil’in, pacifisti lanciano scarpe contro i soldati israeliani.

Ramallah – Infopal. Ieri, come consuetudine, ogni venerdì, da anni a questa parte, gli abitanti di Bil’in, in collaborazione con pacifisti stranieri e israeliani, hanno marciato per protestare contro il Muro di annessione e la confisca di terre palestinesi da destinare agli insediamenti ebraici.
I manifestanti sventolavano bandiere palestinesi e striscioni che chiedevano la fine dell’occupazione israeliana, e foto che ritraevano il presidente uscente Usa, George Bush, colpito dal lancio di scarpe. Essi hanno anche ostentato le proprie calzature come segno simbolico contro l’occupazione.
Il corteo ha marciato verso il Muro ma è stato bloccato dai soldati israeliani che hanno iniziato ad aggredirli con lacrimogeni e bombe al suono e a sparare proiettili di metallo rivestiti di gomma. Decine di persone sono rimaste intossicate e 8 ferite, tra cui due giornalisti – uno israeliano e uno palestinese.
I manifestanti hanno reagito all’attacco dei militari con il lancio di scarpe.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.