Breaking News: Shalit è stato trasferito in territorio egiziano

Pal-Info. Fonti vicine alla resistenza palestinese hanno appena reso ufficiale la notizia dell'avvenuta consegna del caporale israeliano Gilad Shalit alla parte egiziana. Certamente per motivi di sicurezza, fino a pochi minuti fa, le stesse fonti smentivano che Shalit fosse già stato consegnato agli egiziani.

“Gli egiziani non consegneranno Shalit agli israeliani fino a quando non arriverà il resto dei prigionieri palestinesi. Il trasferimento di Shalit è avvenuto in totale segretezza”.

In una notizia dell'ultimo minuto apparsa sull'agenzia “Pal-Info”, si leggeva che “gli egiziani avevano dato la propria disponibilità agli ufficiali israeliani di incontrare Shalit in territorio egiziano, una volta consegnato dalla resistenza palestinese. Dal momento in cui avverrà ciò, partirà il trasferimento della seconda metà dei prigionieri da rilasciare nella prima fase dell'accordo“.

Dalla leadership di Hamas, Salah al-Bardawil aveva dichiarato: “La consegna di Shalit spetta alle brigate al-Qassam”.

'Ezzat ar-Rishaq aveva comunicato che “15 prigionieri saliranno a bordo di un aereo di linea della Qatar Airways verso Doha, 15 su quella siriana verso Damasco e 10 verso Ankara. Partiranno questa notte dopo aver incontrato al Cairo una rappresentanza della leadership di Hamas”.

16 prigionieri palestinesi gerosolimitani sono stati trasferiti dalla prigione israeliana di 'Ofer verso il valico di Kerem Abu Salem.

Intanto, il canale “Al-Jazeera” sta trasmettendo le immagini della folla che affluisce presso il valico di Betania, e l'arrivo di alcune delegazioni istituzionali al valico di Rafah. Da entrambe le frontiere è atteso il passaggio dei furgoni con a bordo i prigionieri palestinesi liberati da Israele. La notizia della consegna di Shalit dalla resistenza palesitnese agli egiziani viene data in questo momento dal podio alla folla di palesitnesi.

Articoli correlati:

E' in fase di attuazione la fase di scambio tra Hamas e Israele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.