Brigate della resistenza palestinese, prosegue il lancio di missili artigianali contro le cittadine israeliane al confine con la Striscia. Un morto e un ferito tra i coloni.

Le fazioni palestinesi proseguono il lancio di razzi artigianali contro le città israeliane: ieri a Sderot, un colone è stato ucciso da un missile e oggi un altro è rimasto ferito.

Questa mattina, le Brigate Al-Aqsa, ala militare di Fatah, e le Brigate Al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno rivendicato la responsabilità del lancio di due missili artigianali contro la colonia israeliana di Kfar Aza, vicino al confine orientale della Striscia di Gaza.

In un comunicato congiunto, le due brigate hanno dichiarato che "l’occupazione israeliana non sarà sicura nei territori israeliani".

Questa notte le Brigate Al-Qassam, formazione militare di Hamas, hanno lanciato due razzi artigianali contro le città israeliane di Sderot e Mefalsim.

Sempre questa notte, aerei da guerra israeliani hanno proseguito gli attacchi contro la Striscia di Gaza e contro postazioni strategiche di Al-Qassam nell’ex colonia di Katif.

Ieri, le Brigate della resistenza palestinese hanno lanciato numerosi missili contro le cittadine israeliane del Negev occidentale, ferendo due israeliani. Uno è deceduto poco dopo: si tratta di un uomo di 36 anni rimasto gravemente ferito da un razzo che ha colpito la sua auto, mentre stava attraversando un quartiere residenziale di Sderot. Il colpo lo ha fatto sbandare e finire contro un muro.

Fonti israeliane hanno reso noto che da sabato sera, 10 missili sono stati lanciati contro il Negev occidentale.

Le Brigate Al-Qassam hanno rivendicato la responsabilità del lancio di due missili contro Sderot, in "rappresaglia contro le atrocità commesse da Israele contro la Striscia di Gaza".

Ieri mattina, Al-Qassam ha lanciato anche 8 mortai contro l’area del valico di Sufa, tra la Striscia di Gaza e Israele.

Le Brigate della Resistenza nazionale, ala armata del Fronte Democratico per la liberazione della Palestines, e le Brigate Al-Aqsa, di Fatah, hanno rivendicato la responsabilità del lancio di due razzi contro la città di Kisufim, sabato sera.

Le Brigate An-Nasser Salah Addin, ala armata dei Comitati di Resistenza popolare, ieri hanno rivendicato la responsabilità del lancio di due missili contro il valico di Kerem Shalom, tra Israele e Gaza, a est di Rafah.

Le Brigate Abu Ali Mustafa, ala armata del Fronte Popolare per la liberazione della Palestina, ha rivendicato la responsabilità del lancio di due razzi contro Sderot e di un altro contro il valico di Kerem Shalom.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.