Campagna di arresti e di invasioni in Cisgiordania.


Oggi le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 3 cittadini palestinesi di Nablus; hanno circondato due palazzi e demolito il muro adiacente, hanno perquisito e danneggiato gli appartamenti, e arrestato i cittadini Ali Ashur, Nidal al-Faqih e Samer Eiran.

I militari hanno invaso la città di
Nablus e hanno circondato due palazzi nel quartiere di Rafidia, a ovest
della città.
Hanno invaso la zona residenziale dei medici e degli ingeneri, obbligando gli abitanti a uscire per stradavsotto la minaccia delle armi.


Testimoni oculari hanno riferito che le forze di occupazione si sono
dispiegate nella zona per impedire ai
giornalisti di riprendere la scena.

Le forze di occupazione hanno arrestato un cittadino del campo profughi al-Izzah, a nord di Betlemme.

Una forza militare israeliana composta da dodici carri è entrata dall’ingresso nord di Betlemme, sigillandolo. Ha perquisito le case dei cittadini e danneggiato gli interni. Prima di ritirarsi ha arrestato Mohammad Mahmud Abu Tarbush, 52 anni.

In tarda notte, le forze di occupazione hanno arrestato 12 cittadini di Burqin, a ovest di Jenin.

Forze speciali hanno circondato un ristorante e un café nel centro della cittadina. Decine di carri militari sono giunti a sostegno delle truppe. I dodici cittadini che sono stati portati via dall’esercito.

Nello stesso tempo, le forze di occupazione hanno invaso diverse zone della provincia di Hebron, a sud della Cisgiordania, e hanno perquisito diverse abitazioni.

Una battaglione israeliano, composto da quindici carri, ha invaso la cittadina al-Tqabaqa, a sud di Hebron e fatto irruzione in diverse abitazioni – tra cui la casa del detenuto Shaher Said Amro, che è stata perquisita in maniera dettagliata e danneggiata.

I militari hanno invaso la cittadina al-Sammù e scorrazzato per i quartieri di Nimrah, Ras al-Jorah e al-Hawuz della città di Hebron.

Le forze di Israele hanno invaso la cittadina di Arraba, a sud ovest di Jenin, e installato un posto di blocco militare all’ingresso sud della città.

Testimoni oculari hanno riferito che tre jeep militari israeliane hanno invaso il quartiere est della cittadina e bloccato decine di auto sulla strada secondaria che collega la cittadina con quella di Fahma.
E hanno aggiunto che i soldati hanno perquisito i veicoli con voluta lentezza, controllando uno a uno i documenti dei passeggeri, in modo da ostacolare i movimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.