Campagna di arresti in diverse città della West Bank.

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato numerosi cittadini palestinesi a Ramallah, Betlemme, Hebron e Nablus.

Due palestinesi sono stati arrestati nei villaggi di Yatta e Beit Umar, nei pressi di Hebron, nel sud della Cisgiordania. 

Le forze di occupazione hanno arrestato Adnan Ibrahim Mohammed Abu Arram (30 anni) dopo un interrogatorio da parte dei servizi di intelligence israeliani.
E’ stato arrestato anche Jamil Awad Houshih mentre si travava a casa, nella città di Yatta. L’uomo è padre di tre giovani, prigionieri nelle carceri israeliane, "tre cavalieri", come lui li ha definiti durante l’interrogatorio da parte dei servizi di intelligence.
Nella città di Beit Umar, i militari israeliani hanno arrestato Assam Mahmoud Abdel-Rahman Qawqaz (24 anni) e lo hanno condotto in una località non identificata.
I soldati israeliani hanno eretto numerose barriere militari in diverse aree di Hebron.
A nord-est della città di Ramallah, le forze israeliane hanno arrestato un palestinese che si trovava vicino all’insediamento di ebraico di Rimmonim. I soldati sostengono che nell’auto c’erano armi.
A Nablus, le forze di occupazione hanno arrestato alcuni cittadini durante un raid contro il campo profughi di Askar e nel villaggio di Awarta.
Le truppe israeliane hanno assaltato parecchie abitazioni, arrestando due giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.