Caso Charlie Hebdo, 200 Palestinesi assaltano il Centro culturale francese a Gaza

Gaza-AFP. Circa 200 palestinesi hanno cercato di assaltare il centro culturale francese a Gaza, questo lunedì, gridando slogan minacciando la vita del personale a causa dei disegni del Charlie Hebdo, secondo quanto affermato da un fotografo di AFP.
I manifestanti hanno gridato “Che la Francia si danni!”, sventolando bandiere nere.
La dimostrazione era in risposta ad una vignetta sul profeta Muhammad pubblicata dalla rivista satirica francese Charlie Hebdo, una settimana dopo l’attacco del 7 gennaio presso la sua sede di Parigi, nel quale sono state uccise 12 persone.
“Lasciate Gaza, Francesi, o vi massacreremo tagliandovi la gola”, hanno urlato i manifestanti.
La polizia palestinese affiliata a Hamas ha arrestato decine di persone che hanno cercato di entrare nel Centro culturale francese, che è stato chiuso da quando è stato danneggiato in un incendio, lo scorso ottobre.
Dei graffiti di protesta sono stati disegnati fuori dal centro prima dell’alba di sabato, a seguito della copertina sul profeta Muhammad, pubblicata su Charlie Hebdo.
“Andrete all’inferno, giornalisti francesi”,  si leggeva in uno degli slogan.
Le raffigurazioni del profeta sono considerate proibite nell’Islam e quella più recente ha scatenato proteste infuriate in tutto il mondo musulmano.