Caso 'Shalit', una delegazione egiziana verso Gaza per le trattative.

Tel Aviv – Infopal

Ofer Dekel, responsabile delle trattative per lo scambio dei detenuti nell’ufficio del primo ministro israeliano, ultimamente ha visitato in segreto l’Egitto portando con sé la lista dei prigionieri che Israele accetta di liberare, in modo da accelerare le trattative per la scarcerazione del soldato israeliano Jilad Shalit.

Dekel, ex capo dell’intelligence israeliano “Shabak”, ha proposto il ritorno della delegazione di sicurezza egiziana nella Striscia di Gaza per continuare le trattative per la liberazione di Shalit.

In alternativa, l’Egitto potrebbe ospitare le trattative per la liberazione dei detenuti. Il ministro dell’intelligence egiziano, Omar Sulaiman, ha informato una delegazione del movimento israeliano Meretz, che ha visitato l’Egitto la settimana scorsa, che "l’opzione di raggiungere un accordo con Hamas per lo scambio dei detenuti è ancora valida".

Riportando la notizia della visita del coordinatore israeliano Dekel alla prigione di Hadarim e a uno dei capi dell’ala militare del movimento di Hamas, il giornale israeliano “Ha’aretz” ha riferito che uno dei prigionieri da liberare potrebbe essere proprio Yehia as-Sinwar, come richiesto dal movimento islamico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.