Centinaia di coloni invadono la moschea di al-Aqsa sotto scorta della polizia

Gerusalemme occupata/al-Quds – PIC. Centinaia di coloni ebrei estremisti, scortati da agenti di polizia, hanno invaso i cortili della moschea di al-Aqsa, mercoledì mattina, in un contesto di strette restrizioni all’ingresso dei fedeli musulmani nel luogo sacro.

Secondo fonti locali, oltre 700 coloni sono entrati nella moschea in diversi gruppi attraverso la Porta al-Maghariba e ne hanno visitato i cortili.

Durante le visite al luogo sacro islamico, i coloni hanno ricevuto lezioni dai rabbini sul presunto “Monte del Tempio” e alcuni di loro hanno recitato delle preghiere.

Alcuni coloni si sono anche radunati alla Porta al-Qatanin della moschea portando con sé bandiere israeliane.

Nel frattempo, la polizia di occupazione israeliana ha imposto restrizioni di movimento e di ingresso ai fedeli musulmani alle entrate e alle porte della moschea di al-Aqsa, impedendo a molti di loro di entrare nel luogo sacro.