Centrale elettrica di Gaza ferma da due giorni, straripamento di un bacino: allarme ambientale a Gaza

Gaza – Infopal. Ancora una volta, la municipalità di Gaza ha lanciato un appello per l’allarme ambientale che incombe sulla Striscia di Gaza assediata.

Ragheb ‘Atallah, direttore generale per il sistema fognario e la rete idrica della municipalità di Gaza, ha specificato che il blocco elettrico influisce sui sistemi (meccanici ed elettrici) che garantiscono l’erogazione dei servizi igienico sanitari.

“Siamo in una situazione di collasso e non disponiamo di generatori privati”.

In una conferenza, ‘Atallah ha reso ufficiale l’arresto dell’impianto centrale per il trattamento situato ad est della città di Gaza (quartiere az-Zaitoun) da venerdì scorso.

“C’è un’autonomia di sole 12 ore e non riuscirà a rispondere alla capacità standard del 50% delle acque di scarico provenienti dalle abitazioni di Gaza”. 

Altrettanto allarmante è lo straripamento di un bacino destinato al drenaggio del sistema fognario, sempre nei pressi di az-Zaitoun.  

Il rischio di contaminazione e della diffusione di infezioni tra la popolazione è alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.