Centro del Prigioniero: circa 344 bambini palestinesi sono detenuti nelle prigioni israeliane.

Israele, ospite d’onore della Fiera del Libro di Torino…

Ramallah – Infopal

Il Centro del Prigioniero ha reso noto che nelle prigioni israeliane sono detenuti circa 344 bambini, tra cui il piccolo Yusef al-Zeq, partorito il 18/1/2008 dopo che la sua mamma, Fatima, è stata arrestata; e Ghada Abu Omar, di un anno e sette mesi, figlia della detenuta Khawlah Zetawi.
Secondo il Centro, la maggior parte dei bambini sono rinchiusi nelle prigioni Talamud, Hadarim e Rimonim.

Si ricorda che centinaia degli 11.500 prigionieri erano bambini al momento del loro arresto, e sono diventati maggiorenni in prigione.

Rafat Hamdunah, direttore del Centro per i Prigionieri, ha spiegato che i bambini subiscono violazioni che richiedono l’intervento di organizzazioni per la difesa dei diritti umani.
Uno dei minori liberati, di 17 anni, ha raccontato che le autorità di occupazione israeliane privano i minori del più basilare dei diritti. Essi vivono in condizioni molto difficili, sottoposti a maltrattamenti da parte della polizia penitenziaria. E ha ricordato quanto da lui subito durante la detenzione: "Un giorno mi hanno costretto a togliermi tutti i vestiti e a stare sotto la pioggia gelida. Un’altra volta mi hanno picchiato violentemente. Un’altra ancora mi hanno incatenato ai piedi, legato a un tavolo di legno e frustato sui piedi".
E ha aggiunto: "I detenuti adolescenti sono privati del sostegno psicologico, sono rinchiusi insieme a criminali comuni, minacciati, picchiati. Talvolta, sono assoldati come spie per lavorare per conto dei servizi segreti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.