‘Che fine ha fatto il Rapporto Goldstone?’ 13 organizzazioni lo chiedono all’Onu

Ramallah – InfoPal. In occasione della visita nei Territori palestinesi occupati di un rappresentante delle Nazioni Unite, tredici organizzazioni per i diritti umani israeliane e palestinesi hanno rivolto all'organismo internazionale una lettera nella quale hanno chiesto che fine abbia fatto il Rapporto Goldstone, conclusioni dell'omonimo ex giudice sudafricano sui crimini di guerra compiuti da Israele, e in parte da Hamas, nel corso della vasta guerra contro la Striscia di Gaza (2008-2009). Il documento fu pubblicato nel settembre 2009. 

“Confinando il rapporto in un angolo, gli interessi politici hanno oscurato le possibilità di fare giustizia, qui le violazioni del diritto internazionale continuano indisturbate su livelli di una gravità inaccettabile. E' necessario instaurare un equilibrio in tutta la regione”. 

“Fallimento da parte della comunità internazionale e intervento minatorio dell'Autorità nazionale palestinese (Anp)”, sono le motivazioni che si possono leggere nelle conclusioni delle organizzazioni firmatarie le quali sono tornate a chiedere all'Onu  di rivedere la sfortunata scelta di oscurare la validità del rapporto Goldstone e di ripristinare il principio di giustizia. Per dimostrare rispetto per le vittime e i sopravvissuti palestinesi.

Sullo stesso tema: 

Gaza: ministro della Giustizia richiama l'Onu su rapporto Goldstone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.