Cipro riconosce lo Stato palestinese

Press Tv. Il presidente della Repubblica di Cipro, Demetris Christofias, ha annunciato che il proprio Paese riconosce lo Stato palestinese entro i confini occupati da Israele nel 1967, seguendo l'esempio di alcuni stati sudamericani (Brasile, Argentina, Ecuador, Bolivia, Uruguay, Cile, Perù e Paraguay.

La decisione è stata comunicata via epistolare venerdì, 28 gennaio, da Christofias al presidente palestinese de facto Mahmud 'Abbas, dove si sono messi in risalto i “profondi legami storici” tra Palestina e Cipro. Lo ha riportato il giornale israeliano Ha'aretz, citando l'agenzia stampa palestinese Wafa'.

Il presidente cipriota ha inoltre espresso la speranza che venga creato uno Stato palestinese con capitale al-Quds  ash-Sharqiyah (Gerusalemme est).

Dal 1967 prosegue ininterrotta l'occupazione israeliana della Cisgiordania, con l'arrivo di circa 500 mila israeliani che vivono in oltre cento colonie illegali costruite nella regione.

Lo scorso dicembre, Tel Aviv ha lanciato forti critiche nei confronti del riconoscimento dello Stato palestinese da parte dei Paesi summenzionati, definendolo “un'interferenza altamente dannosa”.

Tutto questo accade a pochi giorni dal vertice in programma il mese prossimo a Lima (Perù) tra i Paesi arabi e quelli latino-americani.

Nella foto: il presidente Christofias

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.