Cisgiordania: 18 incursioni israeliane in una settimana

Ramallah – Infopal. Le forze di occupazione israeliane hanno effettuato almeno 18 incursioni nelle città e nei campi profughi della Cisgiordania nella settimana dal 20 al 26 agosto scorsi, secondo il rapporto redatto dal Centro di documentazione palestinese per i diritti umani pubblicato ieri.

I dati chiariscono che l'occupazione ha sequestrato 16 palestinesi durante le invasioni, tra cui due bambini. Il Centro ha anche confermato che i militari “maltrattano deliberatamente i civili palestinesi, li torturano e li intimidiscono durante l'assalto delle case, arrecando danni materiali agli oggetti al loro interno e distruggendo parti degli stessi edifici”.

Durante la settimana in questione, l’occupazione ha anche fatto irruzione nella sede della radio Betlemme 2000 – nella città di Bayt Jala – , interrotto le trasmissioni con il sequestro delle apparecchiature e arrestato il tecnico, mettendolo in guardia dal riprendere il suo lavoro nella stazione. Il valore totale delle attrezzature sequestrate ammonterebbe a 150 mila dollari.

È interessante notare che Radio Betlemme 2000, fondata nel 1996, è in possesso delle licenze necessarie per svolgere la sua attività, ottenute dalle autorità competenti palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.