Cisgiordania, 226 dipendenti dell’Anp licenziati per motivi politici.


Cisgiordania – Infopal. La Commissione indipendente per i diritti umani ha reso noto che dall’inizio dell’anno ha ricevuto 226 denunce da parte di dipendenti statali in Cisgiordania,  licenziati a causa della loro “appartenenza politica”.

Nella sua relazione mensile, la Commissione di controllo delle violazioni dei diritti umani nei territori palestinesi afferma che il ministero della Pubblica istruzione e l'istruzione superiore del governo Fayyad, per il quinto mese consecutivo, sta licenziando i dipendenti o bloccando le nomine.
Nel mese di giugno sono giunte alla Commissione 8 denunce contro il ministero, per un totale di 226 dall’inizio dell’anno.
Nelle denunce si afferma che il pretesto per i licenziamenti è la mancanza di “raccomandazioni” adeguate.
La Commissione giudica tali azioni “contrarie alla legge sul pubblico impiego e alla legge fondamentale palestinese, e una violazione del diritto del cittadino di ricoprire cariche pubbliche su un piano di parità e senza alcuna discriminazione di natura politica”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.