Cisgiordania: contadini palestinesi vittime di suprusi israeliani.

Cisgiordania. L’esercito israeliano ha demolito dodici stalle ad est di Nablus con il pretesto che esse sorgevano in “territorio militare”.

La Suprema Corte israeliana ha respinto una richiesta degli agricoltori palestinesi concernente il blocco delle demolizioni delle loro stalle, dopo che da un anno circa essi vengono minacciati dall’esercito.

Ne contempo, sabato scorso nelle province di Nablus e al-Khalil (Hebron), coloni ebrei armati hanno aggredito dei contadini palestinesi.

Testimoni oculari riportano che i coloni li hanno aggrediti nella cittadini di Iraq Burin, vicino a Nablus, mentre essi si prendevano cura delle loro terre. Per di più, l’esercito israeliano ha sparato gas lacrimogeni contro gli agricoltori palestinesi.

Sabato scorso, nella provincia di al-Khalil, tre agricoltori palestinesi sono stati feriti a Beit Umar da coloni ebrei che li hanno aggrediti sotto la protezione dell’esercito israeliano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.