Cisgiordania: gli arresti di Israele e sicurezza dell’Anp

Cisgiordania – Ma'an, InfoPal. La notte scorsa, un uomo palestinese è stato portato via dalle forze d'occupazione israeliane insieme ai suoi tre figli nel villaggio di Shabitin, al centro della Cisgiordania occupata. Si tratta di Helmi 'Abdel Hafith Thib e dei figli 'Ammar, Mohammed e A'yed. 

Mentre la polizia palestinese ha reso nota l'identità di un altro dei palestinesi arrestati, Ahmed Sameh al-Khatib, 22enne, sequestrato dalla propria abitazione, un portavoce dell'esercito israeliano ha dichiarato di non essere a conoscenza delle operazioni di arresto condotte a Shanitin e nemmeno di quelle a Nabi Saleh. L'ufficiale israeliano ha invece confermato l'arresto di un palestinese a Qalqiliya. 

Tutte le operazioni sono state eseguite con l'invasione e l'occupazione temporanea delle abitazioni dei palestinesi catturati dai soldati israeliani. 

Nella Cisgiordania occupata, le operazioni di arresto sono proseguite anche per mano degli apparati di sicurezza dell'Autorità palestinese (Anp)

Due presunti membri di Hamas sono stati sequestrati questa mattina a Nablus e al-Khalil (Hebron). 

Il tribunale militare di Gerico ha emesso condanne carcerarie per quattro membri del Movimento di resistenza islamica, mentre nelle ultime 48 ore, stessa sorte era toccata a 24 loro connazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.