Cisgiordania: incursioni dell’esercito israeliano in sette province. 12 palestinesi sequestrati.


Cisgiordania – Infopal. Sette province del Cisgiordania sono state assaltate, tra ieri sera e questa mattina, dall'esercito israeliano. Ne hanno dato notizia fonti della sicurezza palestinese.

Nel corso della campagna di aggressioni, 12 palestinesi sono stati sequestrati.

Fonti locali hanno riferito al corrispondente di Infopal che decine di soldati israeliani hanno fatto irruzione nel villaggio di Rumana, a ovest di Jenin.

In provincia di Ramallah, i soldati di Tsahal hanno fatto irruzione nel campo profughi di al-Jalzon, e hanno assaltato diverse abitazioni.

A Tulkarem, le truppe ha assaltato le case di Ja’far Odeh, di Adnan Samara, e sequestrato Muhammad Munir Abu Safyeh e Abdul Latif Munir Abu Safyeh.

Nella stessa provincia, i militari hanno attaccato la cittadina di Saffarin e invaso le abitazioni di Adnan as-Safarini, Nael Ahmad Hassan e Talal al-Haj. Al-Haj è stato arrestato.

In provincia di Qalqiliya, i soldati hanno dato l'assalto alla cittadina di Azzun Atma e invaso la casa di Ghassan Abdel Latif Adwan, sequestrandone il figlio Nihad.

In provincia di Tubas, le forze israeliane hanno condotto un'incursione contro i villaggi di Tammun e al-Far’a, irrompendo in diverse abitazioni. Wael Khaled Jamal Suboh, 22 anni, Jamal Khaled Suboh, 25, e Mahmoud Rajeh Abu al-Habal, 40, sono stati sequestrati.

In provincia di Hebron, l'esercito ha attaccato l'area di Wad Aziz, nella cittadina di Ethna, e fatto irruzione nella casa di Abdel Hafeth Awad.

Inoltre: Nablus, tre palestinesi sequestrati dalle forze di occupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.