Cisgiordania, la cittadina di Safa sotto assedio dopo attacco contro colonia di Bat Aiyn.


Cisgiordania – Infopal. La cittadina Safa, a sud di Betlemme, è sotto assedio e il timore di rappresaglie da parte dei coloni del vicino insediamento illegale di Bat Ayin, è forte.

Ieri, un giovane palestinese è entrato nella colonia, costruita nei pressi di Safa, brandendo un'ascia e ha aggredito e ucciso un ragazzino di 13 anni, Shlomo Nativ, e ferito un bambino di 7.

E' subito scattata la caccia all'uomo e alla cittadina palestinese è stato imposto il coprifuoco. Molte abitazioni sono state perquisite e una cinquantina di veicoli israeliani pattugliano le strade. Fonti locali hanno raccontato che 28 palestinesi sono stati arrestati.
Anche la vicina Surif è stata presa d'assalto dall'esercito israeliano.

L'attacco sembra sia stato rivendicato da un gruppo auto-definitosi “brigate di Imad Mughniyya” (dal nome del leader di Hezbollah ucciso in Libano da Israele), “in risposta ai crimini commessi dall'occupazione contro i palestinesi”.

Nella serata di ieri, i coloni si sono riuniti per decidere un'azione di rappresaglia.
I quotidiani israeliani Yedioth Ahronoth e Maariv hanno riferito che dall'insediamento non è emersa una volontà di vendetta, bensì di maggiore sicurezza.

“In questi mesi, i coloni ebrei, illegalmente presenti in Cisgiordania, hanno intensificato le aggressioni contro la popolazione palestinese, aggredendo su base quotidiana cittadine e villaggi, protetti o tollerati dall'esercito.

Il successo elettorale dell'estremista Avigdor Lieberman, leader di Yisrael Beitenu, e il suo ingresso nella coalizione di governo spingeranno i coloni, che lui rappresenta, a nuove e ancora più gravi violenze contro i cittadini palestinesi. Lieberman, va infatti ricordato, vive in un insediamento illegale in Cisgiordania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.