Cisgiordania, l’esercito israeliano arresta 5 palestinesi, tra cui il coordinatore del Comitato contro il Muro di Bil’in.

Ramallah – Infopal. All'alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno sferrato una serie di arresti nelle province di Nablus e Ramallah, in Cisgiordania. Cinque i cittadini palestinesi arrestati, tra cui il coordinatore del Comitato Popolare contro il Muro.

Un portavoce militare israeliano ha dichiarato che le truppe sioniste hanno arrestato dei palestinesi “ricercati”, sottolineando di aver trovato nella casa di uno di essi – a sud di Ramallah – una pistola e un ordigno esplosivo.

Da parte sua, l'Ufficio informazioni della Polizia palestinese ha chiarito che le forze di occupazione hanno attaccato il quartiere at-Tira, a Ramallah, arrestando il coordinatore del Comitato Popolare contro il Muro a Bil'in, ‘Abd Allah Abu Rahma, dopo essere entrate in casa sua per perquisirla e causando, come al solito, danni.

Le forze d'occupazione israeliane hanno arrestato anche tre ragazzi al posto di blocco di Huwara, a sud est di Nablus; si tratta di Ayman Nihad Shaker Misha (16 anni), Musa Yusef Abu ‘Ubayya (16 anni), e Amir Abd Fawzi Sawalmeh (16 anni), tutti provenienti dal campo profughi di Balata a Nablus.

Le forze di occupazione israeliane eseguono quotidianamente raid e arresti contro i militanti palestinesi in Cisgiordania, con il pretesto di dare la caccia a dei “ricercati”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.